Automodellando.it - Il portale dell'automodellismo statico - Delta in edicola?!?!
    Automodellando.it - Il portale dell'automodellismo statico

Automodellando.it - Il portale dell'automodellismo statico
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : -Il Forum dispone di un nuovo regolamento. Il bazar è chiuso definitivamente, sono vietati post di compravendita, I moderatori non sono più tenuti a spiegare il loro operato e c'è una politica di tolleranza zero. Chi non è d'accordo è PREGATO di cancellarsi



 Tutti i Forum
 Modelli di Edicola
 MODELLI DA EDICOLA
 Delta in edicola?!?!
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


Tutti gli utenti possono inserire NUOVE discussioni in questo forum Tutti gli utenti possono rispondere in questo forum
  Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Precedente
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 28

Pucci
automodellante



Inserito il - 16/05/2019 : 22:27:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Pucci Invia a Pucci un Messaggio Privato Aggiungi Pucci alla lista amici
Sottoscrivo!!! Godo in silenzio !!!





 Regione Estero  ~ Prov.: Estero  ~ Città: Wien  ~  Messaggi: 172  ~  Membro dal: 14/08/2015  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 17/05/2019 : 09:43:17  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Grazie ragazzi, troppo buoni.
Adesso sono mezzo fermo per sostituzione di due pezzi rotti sulla delta rossa e attendo 10-15 giorni di riposo e posa della vernice.
Nel frattempo vado un pò avanti con la F40 e qualche dettaglio della delta rossa.

Poi spero vada tutto bene con le guarnizioni nere sulla scoca rossa....duperato questo scoglio, dovrei quasi essere in discesa.







  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 23/05/2019 : 09:51:26  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Il meteo mi ha continuato a prorogare il lavoro più delicato che ho messo in pole tra quelli affrontati sin'ora nella mia breve carriera modellistica. Ma prima di narrarvi ciò ho sistemato altri particolari....

Ho terminato il rosso sul baule. Sul baule di Roby non sono stato a stuccare l'ossatura interna al portellone....tra modifiche e maneggiamenti vari ho avuto timore di andar a rovinar la vernice esterna e avendo avuto fortuna di avere stessa tonalità e di aver steso la vernice in maniera decente, non mi sono voluto giocare il jolly.

Ho mascherato la parte esterna del portellone per evitare sbuffi e nebbie di vernice e ho poi riverniciato internamente il baule.
Ho aspettato 15 minuti e ho levato via subito il masking tape per timore di avere residui di colla.....tutto è filato liscio.
Ho poi preso a mano il paraurti al quale ho apportato delle modifiche per posizionare meglio i fari e per far arretrare le carenature dei fari stessi.
Fatto la prova a secco e tutto torna ed è più gradevole come visione d'insieme e assomiglia decisemente di più alla controparte reale
Ieri vedendo il meteo e avendo tempo, ho preso coraggio e ho iniziato a scalare il mio ultimo everest: le guarnizioni e profili tetto nere della scocca di Roby.

Dopo un'oretta e mezzo di mascheratura sia interna che esterna(fino ad ora la mscheratura più complicata che abbia mai fatto) ho preso un bel sopiro (con segno della croce e annessa preghiera a Roberto), ho preso la bonza e ho iniziato la mia sequenza di mani leggere.
Come ho appreso dai grandi e leggendo voi tutti, ho cercato sempre di verniciare con mani leggere e sempre parallele al masking tape.
Dopo quasi 1 ora di verniciatura e minima essicatura, ho sospirato ancora e ho tolto la mascheratura.

L'ho tolta alla moviola......perchè mi aspettavo la sorpresa. Quando ho tolto l'ultimo cm di masking, mi sono sentito come il buon Niki (pace alla sua grande anima) nel'84 quando ha vinto di mezzo punto su Prost.

Mi sono tolto il dente più difficile e il lavoro più rognoso, ora posso quasi considerarmi in discesa.

Dietro consiglio di un amico, mi sono dotato di gaunti di cotone e ho iniziato a preassemblare la carrozzeria.
Verniciato i montanti neri e la porzione interna dei prafanghi in alluminio

E oggi si continua....















































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 28/05/2019 : 08:40:02  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Tra Sabato e Domenica ho terminato tutto il lavoro delle guarnizioni.
Ho poi registrato gli attacchi del cofano per mettere in linea le fughe del cofano e del parafango.
Ho poi posizionato i fari posteriori modificati e la presa aria tetto in kevlar (che avrà bisogno di qualche piccola cura....un dei miei mici ci ha giocato di notte e mi ha scoperto un angolo con il kevlar)

Ho iniziato a studiarmi il discorso sporcatura (con il grande e paziente aiuto di amico modellista di motorsport e ora di militare/areonautica e che è un gran wheatering master tutor per me)

Lo scenario è il Montecarlo 1991, il fondo è il tarmac bagnato dallo scioglimento della neve e con abbondante spargimento di sale per prevenire il ghiaccio.
Il colore che domina è il grigio vedendo il residuo che lascia il sale.

Per la mia Martini lo sporcamento sarà molto più pesante, per Roberto ho deciso di sporcarla nei punti dove solitamente si accumula lo sporco che non viene mai via anche dopo una semplice sciaquata.
Vedendo video di assistenza, notavo che dopo l'intervento dei meccanici, veniva data una lavata veloce all'auto per sciaquarla e ripulirla dal grosso....senza fare un'opera di detailing puro.

Ho quindi in mente di lasciare residui di sporco sulle battute e soglie portiere, sulle soglie del baule e qualche lieve residuo sulle parti posteriori dei parafanghi anteriori e sul paraurti posteriore

La sporcatura che ho iniziato è un test, ma devo farla prima di montar le portirere in modo da poter lavorare.
Ho usato dapprima i panel line che non mi soddisfacevano, poi ho iniziato a mescolare polvere bianca snow della Revell buttandola e mescolandola dentro l'AK dust....e una volta che il grigio è sbiancato a dovere (dopo varie progressive aggiunte di polvere), ho avuto il grigio della tonalità che andavo cercando.

La prova è stata fatta con un cerchio test (in realtà la delta di Roby avrà i cerchi puliti), ho solo affiancato il cerchio sporco per avere un'idea sulla continuità.

Alcuni storgeranno il naso, ma per me la quint'essenza dell'auto da rally è l'auto sporca.
Con Roby ci vado leggero, ma prima di farlo ho chiesto al mio socio Massimo se fosse d'accordo. Una volta avuto il suo beneplacito (in quanto socio in questo tributo), ho iniziato a paciugare.



























  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 28/05/2019 : 08:45:43  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Come si suol dire dalle mie parti: ieri pomeriggio ho dato una bella botta alla carrozzeria di Roberto.

Dopo avere montato le portiere ho registrato tutte quante le cerniere e soprattutto ho controllato che le porte chiudessero bene; ho poi finito di montare i rivestimenti portiera con tutti gli ammennicoli che ci vanno dietro (maniglie vetri, braccioli e maniglia apertura portiera).

Una volta fatto ciò dato una leggera passata di wheatering sui rivestimenti per togliere quell’effetto di “finto nuovo”.

Ho poi montato le frecce suiparafanghi non prima però di avere dato un minimo di dettaglio alla cornice esterna in nero che va a simulare la guarnizione di gomma.

Ho poi montato il portellone del baule posteriore sul quale ho dovuto lavorare un po’ per metterlo in squadro.

Ho poi definitivamente fissato il paraurti posteriore e quello anteriore; Ho poi voluto montare per prova la fanaleria supplementare di Massimo per vedere che tornasse tutto a livello di ingombri e che non vi fossero impedimenti con l’apertura del cofano.

Ora posso dire che la delta di Roberto sta cominciando ad avere un aspetto più consistente.




















  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 30/05/2019 : 08:21:30  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
La carrozzeria di Roberto è quasi ormai ultimata.
Manca il lavoro da fare al pulsante di spegnimento emergenza alla base del parabrezza e le piastre di tenuta del parabrezza stesso e i rivetti laterali sui cantonali dei paraurti.

Oggi ho montato definitivamente il nuovo sportello presa aria che si sostiene con 2 pioli di stirene occultati e interni.

Ho poi rivisto l’antenna tetto creando con del tubo di stirene il connettore per il cablaggio già steso sul rollbar.

Infine dopo essermi consultato con Massimo abbiamo deciso di stendere solo gli sponsor tecnici sulla delta di Roby.
Roby la voleva rossa, ma voleva dargli anche un carattere da wrc e quindi solo sponsor tecnici proprio come le auto di prova.

Ho utilizzato gli adesivi del kit (che odio....decal ad acqua tutta la vita) e li ho tutti riprofilati per eliminare l’eccesso della precedente fustellata in modo da renderli più guardabili.

Per coprire i buchi dei paraspruzzi anteriori ho usato una magnifica idea di Riccardo: ho riposizionato gli adesivi dei fori dei cric andando a coprire i fori dei paraspruzzi.
Essendo peró gli adesivi semitrasparenti ho verniciato internamente l’adesivo di Rosso per eliminare la fastidiosa trasparenza del foro del parafango.

Ho posizionato:
- paraurti anteriore: TURBO GARRET
- cofani: 2 bibendum laterali MICHELIN
- fiancate laterali: CECOMP, SELENIA, SPARCO,BREMBO,TRW SABELT, CHAMPION, NITROC, bibendum MICHELIN (sul montante posteriore), VITALONI sugli specchi

Prossime ed ultime decal grazie alla pazienza e mano santa di Massimo saranno:
Ciao Roby sul portellone
R.BARBERIS sul vetro o parafango
Targa auto personalizzata per Roby.















































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 31/05/2019 : 08:57:33  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Ieri pomeriggio in una finestra di tempo libero ho deciso di rifarmi le piastrine di ritenuta del parabrezza. (Ne ho fatte 4 in modo da averle già pronte anche per Roby)
Dopo aver misurato, ho riprodotto su alluminio la sagoma e prima di separarle ho forato.
Gli angoli sono poi stati smussati e infine le piastine sono state leggermente piegate in senso longitudinale.
Le ho poi fissate al montante e infine col metodo di un mio amico modellista, ho aggiunto le perline da unghie che vanno ad imitare il bullone/rivetto di ritenuta della piastrina.
Una volta fatto viò ho poi verniciato in tamiya black matt XF1.

Ho deciso di verniciare da montato, in quanto tra maneggiamenti vari per me era meno rischioso che verniciare prima e montare dopo.





















  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 01/06/2019 : 13:22:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Ieri pomeriggio ho estratto la mia scocca per andare avanti con le lavorazioni.

Ho rifatto i fari posteriori e riassumo: forati, segati, limati, plasticard posteriore, plasticard per le paratie delle parabole, verniciato in alluminio e infine chiusi.

Ho poi preso a mano il pulsante di emeregenza (credo lo spegnimento della delta) alla base del parabrezza.
Ho fatto un errore di dimenticanza ahime.
La delta che è stata usata per replicare il modello porta alla base del parabrezza due pulsanti, oppure uno è il pulsnate e l'atro è un tappo.
Sulla wrc io ho sempre e solo notato il pulsante rosso (annata 91, per gli anni precenti ho visto che era anche giallo) e mai il tappo.....me ne sono accorto troppo tardi e non ho tappato il suddeto extra foro sul modello.

Per tediarvi ulteriormente ho studiate le varie foto che avevo del campionato 91 e in rosso è cerchiato il pusante di spegnimento.
Sempre nelle foto ufficiali non si nota alcun tappo o pulsante nero extra.
Sulla replica usata come base per il modello invece si vede bene questo famigerato extra pulsante/tappo (cerchiato in giallo)

Per questo extra tappo ho cercato di risolvere in questa maniera: ho preso e spianato a livello e l'ho tappato; riverniciare il tutto troppo pericoloso....e sinceramente non ne ho molta voglia...come disse Forrest Gump dopo 3 coast to coast di corsa: " sono un pò stanchino"

Il pulsante di spegnimento invece aveva bisogno di un pò di cura: hachette ha riprodotto un funghetto nero. In realtà il pulsante ha una piastrina di alluminio romboidale e ha un corpo di alluminio cilindrico e il pulsante in plastica rossa.

Ho segato il funghetto, ho aggiunto un piolo di plasticard che mi è servito per inserire la piastrina romboidale prodotta con l'alluminio.
Ho verniciato il corpo del pulsante con il chrome silver infine dopo aver dato del bianco x2 ho poi verniciato il pulsante con il rosso opaco XF7.
Ora assomiglia già di più ad un pulsante di spegnimento.....poi vi andrà la decal E e direi che ci siamo.

Infine ho verniciato i bracci tergi con del nero semigloss e ho evidenziato con del gun metal i perni dove nella reltà si fissano i bracci tergi.
Oggi se riesco passo in officina a vedere se trovo degli oring molto piccoli, in quanto i perni dei tergi avevano un cappuccio/guarnizione di gomma.






































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 12/06/2019 : 09:18:17  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Sto lavorando per cercare di scovare i dettagli del pianale (che sicuramente molti ne avrò dimenticati)
Ogni tanto stacco dall'assemblaggio nella speranza che quando vi ritorno sotto, riesca a notare mancanze omesse o difetti da correggere.
Per cercare di ricordarmi tutto ho compilato una lista di cose da correggere e aggiungere che man mano aggiorno e spunto una volta fatto il lavoro (se no so già che non mi ricorderei più nulla)

Avendo in precedenza lavorato i pianali, avevo rimosso i golfari delle cinture sul pianale e alcuni sono andati persi.
Ho cercato di riprodurli al meglio utilizzando una parte di lego e del fil di ferro da 0,8 mm.
Ho segato il pin del brick, inserito il fil di ferro sagomato ad anello e poi o saldato con una punta di ciano e bicarbonato. Il fil di ferro che esce a "mo di rivetto" sarà poi la guida di fissaggio del golfare sul pianale.

Ho poi definitivamente piazzato la cover della batteria e steso gli ultimi cavi e tubi sulla parte alta dx della gabbia (mancavano alla mia delta lo sfiato del serbatoio benzina e il cablaggio per l'antenna a tetto)

Infine ho aggiunto i bulloncini sull supporto motore lato distribuzione e sulla barra a duomi a posteriore.

Nel frattempo che aspetto il ritorno dei miei sedili, mi sono soffermato sulle cinture di sicurezza.....il dubbio si è poi trasformato in un verdetto severo.
Le cinture (in special modo quella che è fissata alla barra a duomi e post) sono troppo corte.
Ho calcolato che una volta infilate nei passacintura dei sedili,a malapena riescano ad arrivare a metà schienale e la scritta sabelt rimane completamente esterna al sedile. lo schienale del sedile è rappresentata dalla sezione gialla, il segnetto verde è invece il lato posteriore di appoggio della base del sedile.

Ragionandoci su: tra le fattezze delle cinture di hachette che non sono il massimo e tra la lunghezza sbagliata, mi armerò di nastro medico e me le rifarò da zero utilizzando le fibbie del kit e riutilizzando la porzione di cintura dove vi è stampato il logo sabelt.

























  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Alekar
automodellante



Inserito il - 13/06/2019 : 18:02:15  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Alekar Invia a Alekar un Messaggio Privato Aggiungi Alekar alla lista amici
Ho notato che gli adesivi tondi del paraspruzzi non sei riuscito a tagliarli con precisione. Se nu hai un altro set dovresti provare a ritagliarli utilizzando delle fustelle cilindriche.





 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: frascati  ~  Messaggi: 570  ~  Membro dal: 12/12/2014  ~  Ultima visita: 18/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 17/06/2019 : 08:44:16  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Alekar ha scritto:

Ho notato che gli adesivi tondi del paraspruzzi non sei riuscito a tagliarli con precisione. Se nu hai un altro set dovresti provare a ritagliarli utilizzando delle fustelle cilindriche.


Hai ragione, avevo una fustella da 4mm ma mi sarei mangiato parte dell'adesivo. Se le avessi lasciate unite avrei purtroppo lasciato scoperto un foro del parafango.
Ho cercato di rifilarle meglio che potevo con cuttere e forbicine da unghie. Avrei preferito le decal come andrò a metter sulla mia, purtroppo erano finite....ho dovuto arrangiarmi.






  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 17/06/2019 : 09:05:59  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Ho posizionato i primi golfari delle cinture e ho iniziato il lavoro su di esse.

Le cinture addominali e quella centrale come lunghezza sono corrette (ho comunque utilizzato un sedile extra che ho per controllare tutto)

Ho preso il nastro medico, ho aperto le fibbie e iniziato il lavoro.

Dopo aver sagomato le cinture e aver rimesso a posto le fibbie, ho poi verniciato il nastro in tamiya XF7 rosso opaco, ora mi da un senso maggiore di tessuto.
Oggi procedo con gli altre 3 gruppi di tre cinture addominali e centrali e poi mi lascio per ultimo le cinture lunghe sulle spalle.



























  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 17/06/2019 : 09:13:28  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Dietro ottimo consiglio di un amico modellista) ho rifatto da capo le cinture nella versione 2.0.

Il nastro medico era buono, ma ha un problema: una volta verniciato diventa rigido e non si flette...un cartonato.

Il nastro di raso invece da la stessa sensazione di “pesantezza” naturale delle cinture e ne restituisce la sensazione di cintura vera.

Nastro da 6mm, accendino per “saldare” le estremità tagliate, lama nuova al cutter.

Per unire i risvolti ho cercato e mi dava tre soluzioni:
Vinavil
Colla a caldo
biadesivo

Le cinture della mp4/4 (come da istruzioni Kyosho) sono col biadesivo. Sui forum delle donne/mamme infoiate che si producono decorazioni e bomboniere danno il biadesivo.
Una bomboniera che ho giù e le cinture della mp4 sono ancora salde su di esso.....e quindi bidesivo. Ok la kyosho, ma la fiducia è più dei forum femminili: mai contraddire una donna su ste cose, hanno ragione e basta. :-boing

Armato di tutto ho rifatto le cinture e ora visivamente ci siamo.
Aspetto di fissare il logo Sabelt una volta che i sedili saran su.

Poi comporativa tra hachette, versione 1.0 e versione 2.0

























http://www.modellismo.net/forum/att...8784.jpg/img]






  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Luciocabrio
Amministratore


AM Staff



Inserito il - 17/06/2019 : 09:47:39  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Luciocabrio Invia a Luciocabrio un Messaggio Privato Aggiungi Luciocabrio alla lista amici
spettacolo





 Regione Umbria  ~ Prov.: Perugia  ~ Città: Città di Castello (Pg)  ~  Messaggi: 12739  ~  Membro dal: 19/12/2005  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 18/06/2019 : 14:38:19  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Ieri credo di avere terminato ufficialmente la carrozzeria di Roberto con gli ultimi accorgimenti che mancavano (spero di essermeli ricordati tutti)

Guardando le varie foto delle assistenze ho notato che spesso si faceva uso di fascette per tenere ferma la mascherina (forse un sistema di fissaggio veloce a seguito di smonta e monta veloci o a causa di rotture a seguito delle prove speciali).
Ho fatto mio questo dettaglio per ovviare ad un problema con la fanaliera: E' bella ma anche molto pesante (e non ha ancora le parabole in metallo montate)
Per rendere il tutto più solidale e sicuro ho utilizzato del fil di ferro da 0,5 mm e ho reso solidale la mascherina (a cui è fissata la fanaliera) alla traversa del cofano.
La sensazione di resistenza e robustezza è aumentata e direi che la paura di sdradicamento da peso mascherina sia scongiurata.

Ho poi replicato i rivetti di ritenuta dei paraurti: precisamente 3 rivetti anteriori e 2 posteriori rifacendomi sempre alle foto ufficiali dell'epoca.

Per replicarli ho utilizzato il collaudato "metodo Mirage": brillantino tondo, puntinatore da unghie e tamiya semi gloss black, leggerissima passata sul bordo di panel line e anche questa è andata.

Aggiunti anche per Roberto i 4 bulloncini fotoncisi che simulano i bulloni di fissagio delle carenature dei fari anteriori

In ultimo ho posato le piastre di ritenute del parabalrezza e il pulsante di spegnimento di emergenza anche per Roby.



































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 20/06/2019 : 09:03:04  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Quasi terminato (spero di essermi ricordato tutto anche con la lista sul muro) anche la mia carrozzeria.
Ho sistemato alcune cosette:
- le cerniere del cofano le ho fatte nere: attraverso la mascherina sparavano come un abbagliante se lasciate grigie
- Sistemata con xf1nero opaco la porzione colorata a metà del cantonale dei paraurti posteriori.
- Ho tappato i buchi sui prafanghi con ciano e bicarbonato e poi ho pareggiato. sui fori tappati andranno poi le decal tonde dell'inserimento dei cric.

Ho poi iniziato una parziale sporcatura delle soglie portiere con ak dust sbiancato con polvere revell bianca.
Pulendo un pennello mi è partito una serie di schizzi sul portabarattolo per pulire i pennelli.
Ho preso il pennello più grosso tamiya che avevo.
Ho intriso la sola punta dell’ak dust e piegando le setole “stile catapulta” ho iniziato a sperimentare sparando diretto e indirettamente.
Ho avuto un duplice effetto gocce piu grosso e gocce più nebulizzate....quello che poi si tira su passando con le ruote su pozze o fondo bagnato.
Dopo 4 passate mi sono imposto di fermarmi, prima dovró stendere tutte le decal, ma credo di aver trovato la via per aver un effetto credibile.
Sicuramente accentuerò pesantemente sulle minigonne, metà inferiore della portiera e sopratutto la zona posteriore del paraurti e base del baule.

Roberto rimarrà tendezialmente molto pulita...solo in leggero accenno nella zona posteriore degli archi ruota.























  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 21/06/2019 : 09:14:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Messe temporaneamente da parte le carrozzerie, mi concentro sugli ultimi particolari abbastanza evidenti.

Al paraurti posteriore ho elimnato i traversini sul buco di scarico che servivano a montare i prapruzzi (orrendi), ho poi iniziato il lavoro di rimpimento del buco che non si può vedere.
Per i praspruzzi sono forse arrivato alla soluzione per cercare di ricrearli realmente arrotolabili e fascettati. Mi è capitato sottomano un "fazzoletto" di silicone che la moglie usa per coprire le pitanze che ha una consistenza molto morbida.
Ho torvato un foglio di silicone rosse per utilizzo alimentare dello spessore di 0.3. Lo prenderò e poi dopo essere costruito le staffe procederò a ricreare i paraspruzzi. Sulla carta sembra la strada giusta.....poi staremo a vedere se all'atto pratico si otterà il risultato sperato.

Altro elemento all'apparrenza innocuo é la piastra paramotore (skid plate)

Hachette la ripropone in maniera molto essenziale.
Grazie al prezioso aiuto di un utente del forum (grande modellista e profondo conoscitore della delta) ho avuto 1 foto che mi ha fatto luce su questo pezzo che sembra semplice e invece ha delle particolarità..... e ovviamente sul pezzo hachette ci sono delle mancanze.

La piastra (dopo aver ascoltato con attenzione la spiegazione) è un pannello in kevlar o carbonio (in abarth usavano quello che avevano disponibile sul momento).
Internamente per irrigidirne la struttura e aumentare la protezione vi è una struttura metallica incollata che è poi ulteriormente rivestita con foglio di carbonio.
Inoltre vi è la presenza di una maniglia per prenderla più agilmente.
Ultima caratteristica: la presenza di un pannello termico in alluminio che serve a preservare la piastra dall’enorme calore emanato dal downpipe dello scarico.

Prima cosa: ho risagomato la piastra sia lateralmente che inferiormente.

Con dei listelli di plasticard ho riprodotto l’intelaiatura metallica e con del filo di stagno da 2mm ho rifatto la maniglia; per la piastra di ROby avevo del plasticard già a listelli un pò più grosso è ho usato quello.

Con saldatore e seghetto e lime ho voluto riprodurre sulla mia piastra le sfregate e grattate da contatto con l’asfalto.

Una volta fissato il tutto ho poi provato la piastra per vedere che non vi fossero interferenze di montaggio.

Prossimi passi, la completa verniciatura in nero (la lama anteriore bianca per me e rossa per Roby) e il completo rivestimento in carbonio.

La mia idea sarà in futuro di portarla a qualche mostra e quindi lasciare la delta sui cavalletti e con piastra smontata. Quindi anche se poco visibile da montata, in realtà la skid plate è un particolare molto evidente in fase di assistenza.






Google immagini

















































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 208  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 22/06/2019 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 28 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente
  Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:

Versione 3.4.07 by Modifichicci - Herniasurgery.it | Distribuito Da: Massimo Farieri - www.snitz.it - Versione Adamantine - Agg.07/11 | Crediti Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.07
Questa pagina è stata generata in 9,24 secondi.