Automodellando.it - Il portale dell'automodellismo statico - Obsoleti (1:43) Ultimo Acquisto/4
    Automodellando.it - Il portale dell'automodellismo statico

Automodellando.it - Il portale dell'automodellismo statico
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : -Il Forum dispone di un nuovo regolamento. Il bazar è chiuso definitivamente, sono vietati post di compravendita, I moderatori non sono più tenuti a spiegare il loro operato e c'è una politica di tolleranza zero. Chi non è d'accordo è PREGATO di cancellarsi



 Tutti i Forum
 Die-cast
 Obsoleti
 Obsoleti (1:43) Ultimo Acquisto/4
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


Tutti gli utenti possono inserire NUOVE discussioni in questo forum Tutti gli utenti possono rispondere in questo forum
  Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Precedente
Autore  Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 33

marconolasco
automodellante


Inserito il - 18/03/2020 : 15:49:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di marconolasco Invia a marconolasco un Messaggio Privato Aggiungi marconolasco alla lista amici
Di questi tempi anche un arrivo di un modellino può distrarre per qualche minuto. Ecco il tacot che mi è arrivato l' altro ieri, al costo di un edicoloso, anzi, qualcosa di meno.
E' il Ziss RW n. 38 uscito nel 1966 e riproduce la N.A.G. Tourer-Sport (tipo B?) del 1905.




E' basata sulla precedente versione triplo phaeton del 1904 della stessa vettura, il n. 27 del 1964, che la affianca. Tra le differenze, oltre alla sostituzione del terzo phaeton con un paio di ruote di scorta, anche un parabrezza più basso e una pedana completa tra i due parafanghi.
Secondo il foglietto illustrativo allegato la tourer-sport fu costruita per partecipare alle gare dell' epoca, tra cui, si legge, la Kaiserpreisrennen al Taunus nel 1907, che vide uno dei tre grandi successi di quell'anno di Felice Nazzaro e della F.I.A.T., tutti con vetture e regolamenti diversi. Gli altri due furono alla Targa Florio e al G.P. dell'A.C.F..
La N.A.G., invece colse al Taunus un ben più modesto 18° posto con Willy Salzer.
Chiudo con la ricostruzione di un paio di pagine di un catalogo Ziss RW dell'epoca.
Questi modelli non sono raffinatissimi, sono molto "tedeschi", di "peso", ma sono comunque un must per i pochi appassionati di tacots come me. Pregevole la grafica delle scatole e la fusione dei radiatori.










 Regione Liguria  ~ Prov.: Savona  ~ Città: Savona  ~  Messaggi: 867  ~  Membro dal: 06/05/2014  ~  Ultima visita: 02/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

franciazzi
automodellandonissimo



Inserito il - 19/03/2020 : 16:32:30  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di franciazzi Invia a franciazzi un Messaggio Privato Aggiungi franciazzi alla lista amici
Come sempre interessanti i tuoi acquisti di tacots che, come ben sai, piacciono molto anche a me.
Io non mi sento di muovere nessuna critica a questi modellini, primo perché sono molto belli, e se ne hai un buon numero esposti assieme sono un colpo d'occhio straordinario.
Poi, la forma stessa delle carrozzerie originarie, con molti 'vuoti' e molti pezzi collegati al corpo da esili strisce di lamiera, rendeva assai complicato ricavarne dei modellini in scala sufficientemente robusti da poterci anche giocare, senza seminare in giro ogni volta pezzettini minuscoli. Quindi quasi tutti i produttori erano costretti a produrre l'intera carrozzeria in pochi pezzi di metallo robusto, e necessariamente pesanti e 'poveri' dei dettagli più fini: un classico esempio sono sicuramente i MOY (Models Of Yesteryear) che penso tutti (anche chi non è appassionato del genere) avranno avuto almeno una volta tra le mani.
Altra critica spesso mossa a questo genere di modellini è la scelta cromatica, che in molti casi viene considerata 'azzardata': spesso venivano proposti con colori, e abbinamenti, molto sgargianti e lontani dalla realtà: in questo forse l'apice venne raggiunto dalla francese RAMI, che nella sua produzione fece largo uso di lilla, violetti, arancioni, gialli, spesso anche tutti insieme... ma anche qui non mi sento di criticare, tanto più che al contrario i modelli originari erano spesso rigorosamente scuri, e quasi sempre neri, blu scuro o rosso scuro (comunque sempre coi parafanghi neri...). Insomma viva i tacots e quanta allegria mi fanno quando me li vedo tutti belli esposti!
Grazie Marco che ci proponi puntualmente tutti i tuoi arrivi!




 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Ardea  ~  Messaggi: 1782  ~  Membro dal: 27/12/2005  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

marconolasco
automodellante


Inserito il - 20/03/2020 : 15:18:35  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di marconolasco Invia a marconolasco un Messaggio Privato Aggiungi marconolasco alla lista amici
Grazie a te per i tuoi commenti, che denotano sempre competenza e passione. Cerco di rappresentare l'allegria di cui parli con un paio di foto del mio piccolo gruppo di Ziss RW nel thread della mia collezione.



 Regione Liguria  ~ Prov.: Savona  ~ Città: Savona  ~  Messaggi: 867  ~  Membro dal: 06/05/2014  ~  Ultima visita: 02/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

marconolasco
automodellante


Inserito il - 21/03/2020 : 15:15:43  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di marconolasco Invia a marconolasco un Messaggio Privato Aggiungi marconolasco alla lista amici
Questo acquisto non è recentissimo, ma neanche troppo datato, quindi lo inserisco in questo thread. E' il CIJ n.3/60 uscito credo nel 1957 e riproduce un furgone Renault Voltigeur 1000 kg del 1956 in versione Poste e Telegrafi francesi con rimorchio, due pali e due bobine di filo di rame da stendere tra i pali, operazione che mi guarderò bene dal fare.
Quella volta mi avventurai in pascoli sconosciuti e fui anche un po' avventato, visto che non conosco bene questo marchio, di cui ho un solo altro modello in collezione e gli altri li ho praticamente sempre visti solo in fotografia. Inoltre l' esborso è stato più alto del solito ed esistono diverse riedizioni cinesi by Norev che potrebbero...confondere...anche a fine anni '80 vi furono riedizioni di JRD, ma non so se furono riediti anche i "cugini" CIJ.
Comunque, rinfrancato dal Made in France che occhieggiava in una foto trattenni il respiro e premetti il fatidico tasto. Mi arrivò un modellino perfetto, anche troppo considerata la data di nascita.
Questi modelli non hanno la stessa considerazione di altri ed è un peccato. Forse perché nei negozi non se ne vedevano, almeno qui da me, però sono veramente pregevoli, niente plastica, ma molti materiali diversi...zamak, ovviamente, poi lamierino (ad esempio le ante apribili, ma non solo), gomma, legno, filo di ferro (acciaio?) cromato, rame e gli isolatori che sembrano di ceramica! Un po' ingenuo pensare di caricare quei pali (fuori scala) su quel rimorchietto, ma il set è veramente affascinante.
Rispetto ai Dinky trovo che abbiano qualcosa in più, però le confezioni sono al minimo sindacale. Chissà come avrebbero ambientato questo set i grafici della Corgi Toys...
Si accompagna all' altro CIJ della famiglia, una Renault Colorale Savane del 1950.





 Regione Liguria  ~ Prov.: Savona  ~ Città: Savona  ~  Messaggi: 867  ~  Membro dal: 06/05/2014  ~  Ultima visita: 02/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

marconolasco
automodellante


Inserito il - 25/03/2020 : 22:03:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di marconolasco Invia a marconolasco un Messaggio Privato Aggiungi marconolasco alla lista amici
Altro arrivo di qualche tempo fa questo tacot classico, il secondo della gamma R.A.M.I., uscito nell' ottobre del 1958, dopo il Renault taxi della Marne dell' aprile dello stesso anno. Riproduce ovviamente una vettura del Musée Malartre de Rochetaillée, una De Dion Bouton Vis-a-vis del 1900, probabilmente una type D monocilindrica da 3,5 HP. In quell' anno la casa francese, con 400 vetture e 3200 motori prodotti, risultò il maggiore produttore mondiale di automobili.
E' un modellino molto piccolo, poco più di 5 cm, però è molto piccola anche l' auto vera, per cui la scala vera risulta purtroppo intorno all' 1/35, come succede quasi sempre con questo genere di obsoleti. La Citroen 2 Cv AZAM del 1965 di del Prado dovrebbe aiutare a valutarne le dimensioni.
L' ho inseguito per molto tempo, ma, pur non essendo raro, trovavo solo esemplari rovinati o incompleti, in particolare mancanti di uno o entrambi i fari. Si dovrebbe notare che la scocca è divisa longitudinalmente in due gusci.



A proposito dei RAMI, questo sito è molto interessante per i cultori del genere, che però forse lo conoscono già:

http://www.rami-jmk.com/




 Regione Liguria  ~ Prov.: Savona  ~ Città: Savona  ~  Messaggi: 867  ~  Membro dal: 06/05/2014  ~  Ultima visita: 02/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

marconolasco
automodellante


Inserito il - 26/03/2020 : 11:56:14  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di marconolasco Invia a marconolasco un Messaggio Privato Aggiungi marconolasco alla lista amici
Rimango con De Dion Bouton, ma by Minialuxe. Ho cercato a lungo questo modello e finalmente, quasi un anno fa, l'ho trovata vicino a New York! Le spese di spedizione hanno superato i 7,50 $ del costo del modello, in compenso non sono stati applicati dazi. Reca il n. 31 di catalogo e uscì nel 1967.
Il cofanetto non è certo perfetto, ma il modello è ok, ha anche "gli" pneumatici integri, cosa non scontata in questi modelli che spesso li hanno spezzati, pare per una eccessiva dilatazione dei cerchi.
Inoltre la rhodialite non presenta deformazioni marcate. La scala dichiarata 1/43 dovrebbe essere rispettata.
Il fabbricante denomina il modello semplicemente De Dion Bouton 1912, ma come al solito a me non basta e ho cercato di approfondire un pochino. Approfondisci oggi, approfondisci domani ho scoperto che probabimente riproduce un modello EF da 35 hp, che ha la particolarità di montare un motore V8. Già dal 1910 infatti la Casa di Puteaux aveva in produzione quello che viene considerato il primo V8 al mondo, che "ispirò" tra gli altri anche la Cadillac.
Il confronto con la tipo D da 3,5 hp del 1900 di R.A.M.I. dovrebbe evidenziare il progresso tumultuoso di quegli anni. .





Modificato da - marconolasco in data 26/03/2020 12:04:38

 Regione Liguria  ~ Prov.: Savona  ~ Città: Savona  ~  Messaggi: 867  ~  Membro dal: 06/05/2014  ~  Ultima visita: 02/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

marconolasco
automodellante


Inserito il - 30/03/2020 : 17:16:47  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di marconolasco Invia a marconolasco un Messaggio Privato Aggiungi marconolasco alla lista amici
L'ultima acquisizione della collezione è questo Corgi Major Toys n. 1140, un' autobotte articolata Mobilgas con motrice Bedford TK del 1959. Scala 1/49. Nel 1965 rimpiazzò la vecchia S type e vendette 97000 pezzi fino al 1967. Tutto sommato non mi pare un gran successo, se paragonato ad altri. Neanch'io, ricordo, lo desideravo particolarmente, allora. La foto b/n è tratta dal solito Van Cleemput e riproduce il modello originario con la motrice Bedford S type e il veicolo reale 8moteice a parte, che non si vede).
Sto cercando da tempo le quattro autobotti civili (ci sono anche quelle del latte) Bedford Corgi, ma non sono molte quelle belle con scatola, e quando capita le richieste sono sempre piuttosto altine. Questo esemplare ha tutto quello che volevo, anche il cartoncino interno, ma manca un po' di argento sul paraurti anteriore. Però me la sono cavata con un esborso ragionevole, nella fascia bassa della forbice di Ramsay's.





 Regione Liguria  ~ Prov.: Savona  ~ Città: Savona  ~  Messaggi: 867  ~  Membro dal: 06/05/2014  ~  Ultima visita: 02/04/2020 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 33  Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente
  Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:

Versione 3.4.07 by Modifichicci - Herniasurgery.it | Distribuito Da: Massimo Farieri - www.snitz.it - Versione Adamantine - Agg.07/11 | Crediti Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.07
Questa pagina è stata generata in 0,39 secondi.