Automodellando.it - Il portale dell'automodellismo statico - Ferrari F40 Competizione 1:8 Centauria
    Automodellando.it - Il portale dell'automodellismo statico

Automodellando.it - Il portale dell'automodellismo statico
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : -Il Forum dispone di un nuovo regolamento. Il bazar è chiuso definitivamente, sono vietati post di compravendita, I moderatori non sono più tenuti a spiegare il loro operato e c'è una politica di tolleranza zero. Chi non è d'accordo è PREGATO di cancellarsi



 Tutti i Forum
 Modelli di Edicola
 MODELLI DA EDICOLA
 Ferrari F40 Competizione 1:8 Centauria
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


Tutti gli utenti possono inserire NUOVE discussioni in questo forum Tutti gli utenti possono rispondere in questo forum
  Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Precedente
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 3

Frah2o
automodellante



Inserito il - 26/04/2019 : 12:14:41  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Divido l'aggiornamento in 2 post.

Il pack 4 è finalmente arrivato e contiene le uscite con: Monoblocco, cruscotto, elementi e dettagli cruscotto, campana frizione e frizione.

Mi sono preso la mia pausa delta e ho lavorato in 2 gg sul motore.

Il cruscotto sinceramente non l'ho guardato...ho solo controllato l'integrità dei componenti ed era tutto ok.

Mi sono concentrato sul monoblocco del motore.

Premetto che la mia F40 (almeno la prima) non sarà propriamente e strettamente di serie con i colori.

La coppa è di plastica e presenta vari fori, mi sono soffermato sui 2 laterali alla coppa (cerchiati in giallo) dove passa la barra del cambio: questo lascia ben sperare anche per il dettaglio che Grani & partners ha cercato di riprodurre.

La campana della frizione è stata divisa in 2 sezioni e montandola non ne ho capito l'utilità... se non quella di dire: c'è un pezzo in più da montare (e quindi stuccare e riverniciare)

Guardando il motore reale e guardando le foto di altri utenti che montano questo modello, ho notato che il monoblocco è "noioso" ed estremamente piatto.
A parte i coperchi punterie è un monolite di alluminio dalla distribuzione sino al coperchio del cambio dove vi sono i supporti dello scarico.
Un pò per mia volontà di fare un leggero custom e un pò perchè traviato dalla Delta, ho deciso di rivedere la combinazione cromatica del propulsore.

Ho utilizzato come colori: alluminio bianco, rosso traffico e argento
Il monoblocco è di metallo ed è veramente pesante, aggiungendovi poi anche le teste il peso diventa importante.

La coppa è stata rossa per andare a richiamare i coperchi punterie (come la delta). l'ho verniciata spruzzando da lontano per ricreare un pò di effetto wrinkle. Infine con il drybrush in alluminio ho evidenziato le nervature e infine con dell'alluminio tamiya xf16 ho evidenziato i bulloni.

Il monoblocco è stato riverniciato in alluminio bianco; da foto la differenza è quasi impercettibile dal vivo invece, a mio avviso, ha una tonalità meno grezza rispetto al monoblocco reale.

Le teste sono state prima verniciate in nero come base e poi hanno ricevuto l'argento in modo da assomigliare all'alluminio lavorato al cnc e anche da foto la differenza cromatica è abbastanza evidente.

Un mio amico modellista che si sta cimentando nel montaggio della sua F40 ha fatto notare la bruttezza dei fori che rimangono sulla parte superiore del monoblocco (sono i fori di fissaggio della coppa olio)
Il mio amico ha utilizzato un sistema molto raffinato per chiuderli: grano avvitato nel foro stesso. Io mi sono ingegnato con un sistema di bulloncini m 2.5.
Sul monoblocco reale esistono due tappi di ispezione che sono posizionati più o meno nello stesso punto.

Una volta che il tutto è stato posizionato ho poi dettagliato in gun metal i vari tappi di ispezioni presenti sul monoblocco e sulle teste.

Con del cartoncino nero mi sono ricreato le guarnizioni di testa: anche se praticamente invisibili, aggiungono un tocco di maggiore profondità al motore (anche qui lode a Shen che ha avuto una ottima idea nel realizzarle).

Osservando foto di reference e guardando la logica di montaggio ho voluto fare 2 dettagli "preventivi".

Con del nero opaco tamiya xf-1 ho verniciato le flange di accoppiamento del futuro flauto per il circuito di raffreddamento delle teste acqua.

Con del tamiya gun metal e metallic brown ho poi evidenziato le flange e bulloni dei collettori scarico. Una volta asciutte seguirà leggero wheatering per andare a ricreare l'effetto di bruciatura e ossidazione che un collettore di scarico normalmente ha.



























































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 191  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 21/05/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 26/04/2019 : 12:21:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Una volta finito di lavorare sui singoli componenti ho poi composto il motore e foto di rito e doevo dire che ora il mio motore mi sa più di vivo.

Ho poi lavorato sulla campana frizione che è stata irrazionalmente divisa.

Ciano più bicarbonato, limette da unghie e lima del cutter in contropelo per limare e pareggiare la linea di giuntura.

Una volta fatto ciò, base nera e infine argento (ma devo ancora decidere se il gruppo frizione-differenziale-cambio sarà in argento come le teste o in alluminio come il monoblocco)

Nella lavorazione della campana ho limato la piattina e i due bulloncini stampati che tengono ferma la piastrina forata di raffreddamento frizione.

Con una dima mi sono ricreato la maschera per i fori e mi sono autoriprodotto la nuova piastrina con dell'alluminio.

Ma prima di andar su con il tutto, aspetto il prossimo pack (che sarà a fine di maggio), anche perchè ci sarà da lavorare di nuovo su stuccature e giunture.









































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 191  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 21/05/2019 Torna all'inizio della Pagina

stirling
automodellantone


Inserito il - 30/04/2019 : 16:31:47  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di stirling Invia a stirling un Messaggio Privato Aggiungi stirling alla lista amici
Montaggio coperchi teste e pompa acqua






  Firma di stirling 
Flat six the best engine architecture.

 Regione Toscana  ~ Prov.: Pistoia  ~ Città: pescia pt  ~  Messaggi: 1314  ~  Membro dal: 08/01/2009  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

stirling
automodellantone


Inserito il - 30/04/2019 : 16:33:13  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di stirling Invia a stirling un Messaggio Privato Aggiungi stirling alla lista amici






  Firma di stirling 
Flat six the best engine architecture.

 Regione Toscana  ~ Prov.: Pistoia  ~ Città: pescia pt  ~  Messaggi: 1314  ~  Membro dal: 08/01/2009  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

stirling
automodellantone


Inserito il - 08/05/2019 : 12:27:32  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di stirling Invia a stirling un Messaggio Privato Aggiungi stirling alla lista amici
Montaggio filtro olio, flauti iniezione e canalizzazioni acqua






  Firma di stirling 
Flat six the best engine architecture.

 Regione Toscana  ~ Prov.: Pistoia  ~ Città: pescia pt  ~  Messaggi: 1314  ~  Membro dal: 08/01/2009  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

stirling
automodellantone


Inserito il - 16/05/2019 : 14:34:01  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di stirling Invia a stirling un Messaggio Privato Aggiungi stirling alla lista amici
Assemblaggio parziale collettori aspiraziine iato sx






  Firma di stirling 
Flat six the best engine architecture.

 Regione Toscana  ~ Prov.: Pistoia  ~ Città: pescia pt  ~  Messaggi: 1314  ~  Membro dal: 08/01/2009  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 17/05/2019 : 09:06:39  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Arrivato il 5 pacco (x2) è ho iniziato a metter le mani sul cambio.

Vedendo le istruzioni e studiando il lavoro di stuccatura dei vari componenti del cambio, ho iniziato già da tempo a studiare come modificare la sequenza di montaggio.

Purtroppo Centauria ha si disaccoppiato la campana dal differenziale, ma l’h sezionata nel punto errato e la linea di montaggio proprio non la riesco a digerire.

Ho cosi iniziato a lavorare nella seguente maniera.

Ho filettato le future sedi per le viti sul monoblocco per agevolarmi il futuro montaggio (vedrò poi se usare viti a croce o brugole da avvitare con la brugola a testa sferica che può lavorare anche inclinata)

Ho modificato il differenziale per stuccarlo con la campana senza doverlo per forza lasciarlo montato sul motore….purtroppo il rischio di rovinare qualcosa con motore unito è parecchio alto e quindi era per me obbligata la scelta di avere due macropezzi divisibili da accoppiare in futuro

Prima di accoppiare il differenziale ho limitato le bave di stampa in quanto non si chiudeva bene e il montaggio avveniva per interferenza e la pressione mi “sputava” fuori il differenziale dalla campana frizione.

Dopo averlo accoppiato, l’ho saldato con la solita ciano e bicarbonato; infine ho segato via i pioli di fissaggio in modo da aver più agio nell’ inserire il cacciavite per raggiungere le 2 viti che fisseranno tutto il gruppo al monoblocco.
Per avere meno inclinazione (con il rischio di spanare la testa della vite) ho limito internamente la campana per aver ancora più agio col cacciavite.

Testato il tutto e il cambio e differenziale si lasciano montare (dopo aver passato del wd40 sulle viti in modo che si avvitino più agevolmente)

Ho poi modificato i supporti del cambio al telaio: ho eliminato la croce stampata, una volta verniciata andró ad aggiungere 4 bulloni veri e aggiungerò un o-ring o fettuccia di nastro isolante che andràa a simular eil cuscinetto di gomma del silent block.
Li ho poi incollati e stuccati al cambio posteriore in modo da renderli un corpo unico, e inoltre li ho riempiti nella zona inferiore (cavi non si potevano vedere)

Ho poi verniciato il tutto (assemblato a secco) in alluminio RAL 9006.
Ma dopo visione del risultato ho sverniciato, levigato ancora le linee di stuccatura, eliminato il raccordo di sfiato stsmpato (che andrò poi a rifare con un top studio)
Ho poi inoltre aperto le anse sulla campana per i futuri sensori di fase e per il raccordo della lubrificazione tra monoblocco e testa.

Oggi vado avanti e poi metterò mano ai carter distribuzione per i quali ho già diverse idee.


























































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 191  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 21/05/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 18/05/2019 : 08:54:09  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Prima di iniziare a verniciare il cambio, ho dato uno sguardo alle foto di references e alle tavole degli esplosi ricambi.

La scatola del differenziale è dotata fin da origine (direttamente da fusione) di un occhiello munito di silent block di gomma che funge da passante per lasta di comando cambio.

Il differenziale di centauria ne è sprovvisto. Andando a cercare pezzi nel magazzino dei rottami ho trovato quello che poteva fare al caso mio.


Ho modificato un portainterrutore della delta ricavano l'occhiello da un passante per una vite.

Per ottenere la corretta posizione ho utilizzato come guida un profilo di plasticard che va a simulare il percorso dell’asta del cambio. Dopo aver modificato il futuro occhiello, ho poi posizionato il nuovo pezzo autocostruito.

Una volta fatto ciò ho pi riverniciato il cambio alluminio bianco RAL 9006.

Mentre il cambio era in asciugatura, la mia attenzione è poi ricaduta sui componenti della distribuzione.

Centauria con l’uscita 15 fornisce pulegge albero motore, pulegge cammes , galoppino tendicinghia e cinghia di distribuzione (il tutto per ogni bancata)

Vedendo le foto di montaggio da istruzioni il complesso non mi piaceva molto….guardando il motore, si vedono le pulegge e la cinghia anche con il carter distribuzione montato.

Ho iniziato a fare le varie prove a secco e ho iniziato a ragionare su come autocostruirmi i carter posteriori della distribuzione.

I coperchi delle punterie dove vi sono stampati i perni delle cammes non sono speculari.

Il coperchio sinistro ha le cammes più lunghe rispetto a quello di destra e inoltre i coperchi della distribuzione hanno forme differenti, quindi non si può produrre un solo carter e specularlo per l’altro lato.

Inoltre altro problema. È che i carter sono molto avanzati e non aderiscono al monoblocco, lasciando molta luce tra monoblocco e carte distribuzione stesso.
La luce totale è di 3,5 mm per il carter sinistro e 2 per il destro.

Ho cominciato a lavorare sul sinistro: con un profilo di plasticard ho aumentato l’altezza della sezione laterale del carter

Con un foglio di stirene da 0,5 ho iniziato la autocostruzione dei nuovi carter posteriori.
Tenendo montati i coperchi distribuzione, ho pressato il foglio di plasticard per avere i segni di riferimento delle cammes e del perno del cuscinetto tenditore.

Ho forato per il passaggio della lastra di plasticard.

Una volta ottenuta la maschera forata, ho poi mantenuto il mio carter posteriore (ancora non profilato) montato sul coperchio punterie, ho montato il carter anteriore e ne ho tracciato la forma e infine ritagliato.

Ho poi montato il coperchio del monoblocco anteriore (già riverniciato in alluminio) per verificare che non vi fossero sorprese od impedimenti al montaggio del pezza extra prodotto….

Continua…

















































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 191  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 21/05/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 18/05/2019 : 11:18:42  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Ho poi utilizzato il medesimo procedimento per costruire il carter della bancata destra, anche se la forma è diversa, il procedimento è stato il medesimo.

Una volta riprofilati e verificato a secco gli accoppiamenti , ho verniciato i nuovi carter posteriori in nero opaco.

I carter anteriori presentano un foro stampato chiuso, nella relatà questo foro è aperto in wuanto serve per ispezionare i galoppini tendicinghia e quindi verificare la tensione delle cinghie di distribuzione.

Ho aperto i fori, ma sarebbe stato troppo bello se ad apertura del foro fosse corrisposta la “faccia” del galoppino.

Per la bancata di sinistra ho leggermente limato il galoppino per cercare di centrarlo.

Il galoppino di destr invece tutta altra musica, per vederlo ho dovuto disassarlo.

Ho utilizzato il perno originale dove andava infilato come supporto.

Ho posizionato i miei carter posteriori, montato le pulegge e infine riposizionato i galoppini e montante le cinghie.

Ho poi voluto riverniciare in nero i coperchi distribuzione per puro gusto personale, per i miei occhi vi era già anche troppo grigio.

Infine ho montato e chiuso il tutto.















































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 191  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 21/05/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 21/05/2019 : 12:17:04  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Ho portato al "matrimonio" il monoblocco....prima di poterlo fare ho operato qualche sostituzione e qualche lieve aggiunta.

La campana frizione vera ha due asole aperte lateralmente in corrispondenza alla base delle teste.
Una asola è semitonda e una è rettangolare. Sulla bancata di sinistra l'asola permette il passaggio (ed eventuale sostituzione) del sensore giri, sulla bancata destra oltre ad un'altro sensore giri vi è anche il raccordo di lubrificazione che si collega tra monoblocco e coperchio punterie.

In maniera molto semplice ed elementare mi sono riprodotto i connettori e raccordi.

Per il montaggio della campana frizione (precedentemente stuccata con la campana...in quanto Centauria ha diviso i due pezzi in una sezione sbagliata rispetto alla realtà) ho sostituito le viti S con delle viti fondo di magazzino della Delta che sono molto più resistenti e anche perchè sono riuscito ad avvitarle meglio con il cacciavite obliquo.

Una volta fissato definitivamente la prima parte del cambio, ho poi posizionato i vari sensori autocosruiti e aggiunta anche la piastrina forata autocostruita per l'ispezione della frizione.

Ho poi forato la parte superiore della campana per inserire il raccordo della linea idraulica del'attuatore dello spingidisco e subito a fianco lo spurgo del circuito.

Ho poi rifatto il foro sulla parte superiore del differenziale e aggiunto il nuovo sfiato verniciato in titanium gold. A tale sfiato aggiungerò il tubicino di sfiato con un filo di ferro da 0,7.

Nell'ultima foto ho notato una sporgenza sulla prte destra del monoblocco.....spero sia un futuro fissaggio per il motorino di avviamento, inoltre sono quasi sicuro al 99,9% che sia stato omesso l'alternatore.
Da piano opera il 22/06 con l'uscita 24 si parla di un "generatore"....che sia il motorino di avviamento o alternatore?
Staremo a vedere....se no ci sarebbe da fare di sana pianta anche questi 2 elementi.



























  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 191  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 21/05/2019 Torna all'inizio della Pagina

Frah2o
automodellante



Inserito il - 21/05/2019 : 15:25:27  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Frah2o Invia a Frah2o un Messaggio Privato Aggiungi Frah2o alla lista amici
Sono andato avanti ancora con l'assemblaggio del motore.

Ho iniziato dal coperchio del cambio. osservando da references ho notato i raccordi idraulici di andata e ritorno del circuito di lubrificazione del cambio (questi due raccordi si collegheranno tramitre treccia al radiatore dietro la ruota post sx) e ho visto anche la presenza di un bulbo che credo sia relativo a pressione o temperatura olio del cambio.

Ho forato il cambio per l'inserimento dei 2 benjo e per l'alloggiamento del futuro cablaggio del sensore.
Il sensore (o bulbo) ha come corpo un dado esagonale, io l'ho riprodotto prendendo un dado da m 1,4 e riverniciato col tamiya metallic brown; i benjo dell'olio cambio con la solita combo mettalic blue e red.

Una volta terminato il lavoro sul coperchio cambio sono passato alla zona dei supporti del cambio.
Ho applicato una striscia nera di nastro isolante che va a simulare il cuscinetto di gomma del silent block e (a seguito eliminazione della croce stampata) ho aggiunto 8 bulloncini sulle piastre di fissaggio che in futuro andranno ad ancorarsi sul telaio.
Ho poi dato una generale passata di leggero wheatering

Una volta terminato il cambio sono passato ai semiassi: ho preso come riferimento una foto dove di vede che il semiasse è carenato da una cover bianca centrale che protegge il giunto in fase di montaggio.....sta di fatto che mi piaceva e me la sono riprodotta.
I giunti (come poi molti altri pezzi) non sono un pezzo unico, ma sono già preassemblati (come anche i collettori di aspirazione con i rail iniettori).
Li ho quindi separati, limati, aggiunto la fettuccia bianca e richiusi.
Con il mio solito metodo delle striscette di alluminio ho poi riprodotto le fascette delle cuffie e non ultimo ho verniciato i bulloni e i dadi del giunto con del metallic grey.

E' stata poi la volta dei coperchi/alloggiamenti dei sensori di fase sulle cammes.
Guardando references, i coperchi esterni (il lato sx coperchio semplice, il lato dx invece presente il raccordo di lubrificazione) sembrano di un colore titanio, gli alloggiamenti dei sensori di fase invece sono di alluminio.

Dopo aver aggiunto uno spezzone di plasticard (per avere lo stesso diametro per il fituro tubo di lubrificazione) ho poi riverniciato il tutto.

Mentre il tutto asciugava ho fatto alcune foto di rito e alla sera ho poi termianto il lavoro aggiungendo i 4 coperchi/alloggiamenti sulle cammes.

Altra considerazione da fare: ho notato che sul gruppo si sta fraintendeno il passaggio e collegamento del tubo 21 sulla campana frizione.











































































  Firma di Frah2o 
Senna, Rossi, Lambrette, Golf Gti e Star Wars: tutto quello che mi piace!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Ferrara  ~ Città: Ferrara  ~  Messaggi: 191  ~  Membro dal: 08/08/2016  ~  Ultima visita: 21/05/2019 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente
  Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:

Versione 3.4.07 by Modifichicci - Herniasurgery.it | Distribuito Da: Massimo Farieri - www.snitz.it - Versione Adamantine - Agg.07/11 | Crediti Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.07
Questa pagina è stata generata in 9,44 secondi.